Risotto al Boca doc e Toma di Campertogno

DSC_0028 (2)

Eccomi a presentarvi una delle mie ricette preferite, che nella sua semplicità racchiude un’esplosione di gusto. Dopotutto, non sono forse le ricette più semplici e tradizionali ad essere le migliori? Basta cercare materie prime di alta qualità e il risultato è assicurato. Per quanto riguarda il risotto forse è necessaria anche un po’ di tecnica, ma provando e riprovando si riesce a capire l’importanza della tostatura del riso e a scoprire tutti i segreti per la mantecatura perfetta.

Io ho usato un riso carnaroli della riseria Borsotti di Oleggio, un paese vicino al mio. Mi servo sempre da loro e mi trovo molto bene. Per quanto riguarda il Boca doc, è quello dell’azienda dove lavoro, il Podere ai Valloni, per la precisione il Boca doc Vigna Cristiana. Troverete la recensione di questo vino nella sezione “Di-vini”. La toma Campertogno proviene direttamente dal paese omonimo, portata da Stefano, il moroso di mia sorella. Hanno uno speciale “fornitore” che ogni tanto porta loro le tome a casa dagli alpeggi della Valsesia.

Ho usato quindi il vino per sfumare il riso e la toma per mantecarlo.

INGREDIENTI (per 2 persone):

  • 160 gr di riso carnaroli
  • 500 ml di acqua
  • 1 dado
  • 40 gr di burro ca.
  • 1 bicchiere di Boca doc Vigna Cristiana
  • 100 gr di Toma di Campertogno
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa mettete sul fuoco l’acqua in un pentolino e non appena bolle, buttateci il dado e fatelo sciogliere. Tenete poi in caldo.

In una casseruola fate fondere il burro e poi procedete con la tostatura del riso, rigirandolo per 2/3 minuti circa, finchè i chicchi risulteranno traslucidi. Sfumate con il Boca doc e poi procedete la cottura per 15-20 minuti circa, aggiungendo di volta in volta il brodo e non facendo mai asciugare troppo.

Quando il risotto sarà quasi pronto (assaggiatelo, deve essere piuttosto al dente in quanto poi con la mantecatura la cottura avanza), spegnete la fiamma e aggiungetevi la toma tagliata a cubetti. Lasciate riposare il risotto per 3 minuti, senza toccarlo. Trascorso questo tempo, mescolate il tutto per amalgamare la toma. Se necessario regolare di sale.

Servite ben caldo.

N.B. Il risotto deve risultare all’onda, e cioè abbastanza morbido. Se sarà troppo asciutto non si gusterà alla perfezione la morbidezza data dalla toma.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...