Il mio pollo tandoori

DSC_0009 (4)

Era da un po’ che facevo il filo a questa ricetta, incuriosita come sono dalle cucine asiatiche o in ogni caso da tutte le cucine estere. In più, adoro le spezie, il piccante, i sapori agrodolci  e tutto ciò che gira intorno alle preparazioni etniche, perciò mi sono messa alla ricerca di una ricetta per il pollo tandoori che potesse soddisfarmi.

Il pollo tandoori è uno dei piatti tipici della cucina indiana. Il suo nome deriva dal fatto che in India viene cotto in particolari forni di argilla, chiamati appunto tandoor. Sono forni di forma cilindrica, alla cui base brucia un fuoco di legna che permette di raggiungere la temperatura di 480° C. Ovviamente si può cuocere anche nel nostro normalissimo forno di casa.

La ricetta prevede una lunga marinatura in yogurt e una particolare miscela di spezie, chiamata garam masala, che comprende cannella, chiodi di garofano, zenzero, curcuma, coriandolo, cardamomo e chili. Se non trovate la miscela già pronta (si trova tranquillamente in tutti i supermercati), potete acquistare le spezie singolarmente e miscelarle a vostro gusto. Solitamente le varie ricette che trovate online prevedono anche l’aggiunta di colorante alimentare, per rendere il pollo del tipico colore rosso vivo. Io ho preferito non aggiungerlo…non mi piace molto utilizzare questi prodotti chimici.

Come abbinamento ho scelto del riso basmati, che vero basmati però non è. Si chiama infatti “Artiglio” e rientra nella tipologia Indica. E’ molto simile al basmati, il chicco è lungo e affusolato ed è indicato anche per le insalate, tiene molto bene la cottura e i chicchi rimangono ben separati l’uno dall’altro. La particolarità di questo riso è che viene prodotto vicino a noi, esattamente a Vespolate, in provincia di Novara. E’ della riseria Rizzotti e l’ho trovato in vendita alla Cooperativa Alla Fonte, un “supermercato” di zona che rivende solamente prodotti del Novarese. Quindi ho come dire reso un po’ più a km 0 questa ricetta indiana! L’ho reso pilaf e l’ho servito con uvetta e mandorle saltate in padella con una noce di burro.

DSC_0003 (2)

INGREDIENTI (per 4 persone):

Per il pollo:

  • 1 kg circa di pollo, suddiviso a metà tra cosce e sovracosce
  • 500 gr di yogurt greco bianco
  • 1 limone
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere (non ho trovato quello fresco, ma se l’avete potete usarne un pezzetto)
  • 2 cucchiai di garam masala

Per il riso pilaf:

  • 300 gr di riso Artiglio (o basmati)
  • 800 ml di brodo vegetale leggero
  • 1 pezzetto di cannella in stecca
  • 4/5 chiodi di garofano
  • 70 gr di burro + 20 gr per la frutta secca
  • 1 manciata di uvetta sultanina
  • 1 manciata di mandorle spellate

PROCEDIMENTO:

Prima di tutto: iniziate la preparazione della marinatura del pollo la sera prima. Lavate ed asciugate le cosce e le sovracosce, togliete la pelle e praticate dei tagli sulla carne, facendo ben attenzione che arrivino fino all’osso. Disponeteli in una ciotola capiente ed irrorateli con il succo del limone e mezzo cucchiaino di sale. Massaggiate per bene la carne, sia da un lato che dall’altro, facendo in modo che il succo di limone penetri bene nei tagli.  Lasciate marinare per  20 minuti circa.

Nel frattempo preparate lo yogurt. Mondate ed affettate la cipolla, mettetela in un mixer insieme allo yogurt greco, aggiungete il garam masala e lo zenzero. Azionate il robot e fatelo andare finchè tutti gli ingredienti si saranno ben miscelati. Aggiungete poi il composto al pollo, che nel frattempo avrà marinato nel succo di limone. Massaggiate nuovamente la carne, distribuendo per bene il composto di yogurt e spezie su tutti i pezzetti di pollo. Coprite la ciotola con della pellicola e lasciate marinare in frigorifero per 24 ore.

Il giorno seguente accendete il forno alla massima temperatura. Togliete i pezzetti di pollo dalla marinata, eliminando la salsa in eccesso, e disponeteli in una teglia, in uno strato solo. Regolate di sale e ponete in forno per una mezz’ora circa. I tempi di cottura sono ridotti in quanto la marinatura nel succo di limone crea già una prima “cottura” della carne.

Nel frattempo preparate il riso pilaf: sciacquate per bene i chicchi di riso, finché l’acqua non risulti trasparente, per eliminare l’amido. Scolatelo ed asciugatelo grossolanamente. Mettete a sciogliere il burro in una pentolina e profumatelo con la cannella e i chiodi di garofano. Aggiungete il riso e tostatelo per bene, come se doveste fare un risotto. Quando i chicchi saranno trasparenti, sfumate con tutto il brodo, che dovrà ricoprire il riso. Coprite con un coperchio senza sfiati e lasciate cuocere per 15 minuti circa, finché il riso non avrà assorbito tutti il brodo.

In un pentolino fate sciogliere i 20 gr di burro, unitevi quindi l’uvetta sultanina e le mandorle spellate. Lasciatele insaporire per qualche minuto e poi spegnete il fuoco.

Una volta che il riso sarà cotto, versatelo in una pirofila e sgranatelo con una forchetta; aggiungete la frutta secca ed amalgamate per bene.

Controllate la cottura del pollo pungendolo con una forchetta. Sfornatelo e servite ben caldo, insieme al riso. Aggiungete peperoncino a piacere.

ABBINAMENTO: essendo una preparazione molto speziata, non ho azzardato nessun abbinamento con vino, ma in questo caso ho preferito una birra abbastanza strutturata. Ho scelto la Tripel Karmeliet, una belga dal colore giallo-arancio, prodotta ancora secondo la ricetta originale dei Monaci di Dendermonde. Per produrre questa birra vengono utilizzati 3 malti, uno di avena, uno di frumento e uno di orzo. Profuma di vaniglia e di limone, ha un gusto molto fruttato e dolciastro. Devo ammettere che era molto piacevole in abbinamento al pollo tandoori. Gradazione alcolica 8% vol.

DSC_0006 (2)DSC_0001 (2)

Annunci

Un pensiero su “Il mio pollo tandoori

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...