Cucchiaino di salmone in alga nori, crema di zola e pompelmo rosa

DSC_0298

Vi chiederete: gorgonzola e pompelmo rosa??? Ma da quando?? Ebbene sì care le mie lettrici e lettori…per ideare questa ricetta ho preso spunto dal bellissimo ed interessantissimo contest ideato da un gruppo di 6 fantastiche blogger, che ripercorre quanto raccontato nel libro La Grammatica dei Sapori di Niki Segnit. L’autrice ha individuato 16 famiglie di sapori, per un totale di 4000 abbinamenti diversi. E qui troverete uno di questi abbinamenti, che contempla proprio il POMPELMO e i FORMAGGI ERBORINATI.

La mia blogger di riferimento è “la signora del pompelmo” Marzia Alietta de Coffee & Mattarello.

Non vi nascondo che all’inizio l’accoppiata pompelmo e formaggi erborinati mi suonava piuttosto complicato, ma allo stesso tempo mi stuzzicava molto l’idea di abbinare due ingredienti così apparentemente diversi e poco compatibili.

Ho pensato a cosa potesse essere affiancato al pompelmo, e subito mi è venuto naturale pensare al pesce…ma non i soliti gamberi o mazzancolle o crostacei che siano. Perchè non provare con del salmone affumicato?

Ho poi trovato questa particolare versione del salmone affumicato, presentato avvolto nell’alga nori.

Eccovi la mia ricetta.

DSC_0294

COSA VI OCCORRE (per 2 fingers):

  • 2 fette di salmone affumicato in alga nori (io ho l’ho trovato della Fjord)
  • 2 spicchi di pompelmo rosa pelato a vivo
  • 4 cucchiai di gorgonzola dolce
  • latte q.b.

COME DOVETE PROCEDERE:

Mettete il gorgonzola in un recipiente alto, aggiungete poco latte per volta ed amalgamate il tutto con il frullatore ad immersione, fino a creare una crema omogenea. Il latte vi aiuterà anche a smorzare un pochino il gusto pungente del gorgonzola.

Pelate un pompelmo e sbucciatelo a vivo, cercando di mantenere il più possibile lo spicchio integro.

Disponete la crema di gorgonzola nei cucchiaini in ceramica, prendetela fetta di salmone affumicato ed arrotolatela su se’ stessa come un piccolo rotolino. Adagiatela sul formaggio ed infine guarnite con lo spicchio di pompelmo rosa.

Con questa ricetta partecipo al contest:

sedici_agrumati_zpsunp99msj

Baci di amaretto e cocco

DSC_0033 (4)

Ho assaggiato per la prima volta questa delizia ad una festa di compleanno di un nostro caro amico. Avete presente quando si dice “Sono come le ciliegie. Uno tira l’altro”? Mai definizione fu più azzeccata!

Se iniziate ad assaggiarli, beh…fatevi togliere immediatamente il piatto da sotto il naso altrimenti rischierete di mangiarvene una dozzina senza nemmeno accorgervene! E anche in corso di preparazione, sarà molto difficile resistere 🙂

Sono dolcetti molto semplici da realizzare, che possono risolvervi un invito all’improvviso: cosa porto? Un dolce? Un vino? Troppo tempo nel primo caso (e molto spesso noi non ne abbiamo) e – a volte – troppi soldi nella seconda opzione, oppure difficoltà nella scelta.

Grazie ad Ale e Dany.

DSC_0021 (7)

COSA VI OCCORRE (per circa 35/40 baci):

  • 1 confezione di amaretti (ve ne serviranno 70/80)
  • 1 confezione da 250 gr di mascarpone
  • cocco grattugiato
  • caffè espresso (1 caffettiera da 3 tazze)
  • rum o altro liquore a piacere

COME DOVETE PROCEDERE:

Iniziate preparando il caffè espresso e lasciatelo intiepidire versandolo in una fondina.

Lavorate il mascarpone con un paio di cucchiai di rum (o altro liquore a vostro piacimento). Se necessario e se vi piace potete anche aggiungere un cucchiaio di zucchero: io ho lasciato la crema non dolcificata, in quanto mi piaceva il contrasto con l’amaretto, che già di suo è molto dolce. In alternativa al rum potete allungare il mascarpone con l’essenza di fiori d’arancio, eliminando così la parte alcolica della ricetta.

Bagnate ogni amaretto nel caffè, disponetevi un cucchiaino di crema al mascarpone e completate con un altro amaretto. Fate rotolare il bacio nel cocco grattugiato e disponetelo in un pirottino di carta. E’ importante bagnare gli amaretti da entrambe le parti, così che la farina di cocco possa attaccare per bene.

Il gioco è fatto. Ora potete sbizzarrirvi sostituendo la farina di cocco con della granella di nocciole o pistacchi, con delle codette colorate per la gioia dei vostri bimbi, con del cacao o della cannella…insomma buon divertimento!

P.S. Ditemi alla fine quanti ve ne siete mangiati 😉

 

Hosomaki di zucchina con crema al basilico e menta e al tonno

DSC_0008 (7)

DSC_0012 (6)

L’orto pullula di verdure, zucchine su tutte. Ed ecco che incomincia quel periodo dell’anno in cui bisogna inventarsi più versioni possibili per mangiarle: pasta con le zucchine, zucchine ripiene, zucchine in padella…e chi più ne ha più ne metta.

Ieri sera tornando a casa dal lavoro ho pensato a questo antipastino, che potete tranquillamente proporre anche come aperitivo fresco e leggero. E’ a tutti gli effetti un piatto light! Perciò care amiche a perenne dieta o in attesa della prova costume..non avete scampo!! Vi tocca prepararlo.

Ho deciso di chiamarli “hosomaki” in quanto per la forma ricordano molto i rotolini di alga, riso e verdure o gamberi tipici della cucina giapponese (forse mia sorella avrà qualcosa da ridire in merito…)

DSC_0007 (7)

INGREDIENTI (per ca. 15 hosomaki):

  • 2 zucchine di media lunghezza
  • 4 cucchiai di formaggio spalmabile light (quark, vitasnella, philadelphia)
  • 1 scatoletta di tonno al naturale
  • una manciata di foglie di basilico fresco
  • una manciata di foglie di menta fresca
  • sale

PROCEDIMENTO:

Mettete sul fuoco una pentola d’acqua, salate. Nel frattempo lavate e mondate le zucchine, poi affettatele a strisce sottili con il pelapatate. Non appena l’acqua prende il bollore, tuffatevi le strisce di zucchine per una paio di minuti, massimo tre. Devono risultare morbide ma non devono sfaldarsi. Adagiatele su un piatto con della carta assorbente ed asciugatele bene.

Preparate le farciture: col frullatore a immersione amalgamate due cucchiai di formaggio light con il tonno, regolate di sale e se necessario aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura delle zucchine per rendere cremoso il composto.

Preparate la seconda farcitura con altrettanti cucchiai di formaggio spalmabile e  le foglie di basilico e menta spezzettate. Aggiustate di sale se necessario ed aiutatevi con l’acqua di cottura all’occorrenza.

Disponete i composti lungo le strisce di zucchina, farcitene alcune in un modo e alcune nell’altro. Arrotolate le zucchine formando gli hosomaki. Disponeteli sul piatto di portata e decorate con fili di porro, foglioline di menta, gocce di glassa di aceto balsamico.

Se vi avanza della farcitura, potete servirla in bicchierini monoporzione e decorare con pepe, pomodorini pachino o quant’altro vi piace.

DSC_0014 (8)

 

DSC_0017 (4) DSC_0005 (7)DSC_0020 (3)

Chips di zucca profumate al rosmarino

Chips Zucca2

I love zucca in tutte le sue declinazioni!! Ma così non l’avevo mai vista preparare: ho letto un articolo dedicato alla regina dell’autunno sul AliceTv e questa ricetta, semplicissima e gustosissima, mi ha incuriosito molto. Se poi la presentate in conetti di carta grezza oppure in barchette di bamboo, farete un figurone con gli amici! Per un aperitivo, per un buffet finger food, per una sana merenda per i vostri bimbi..ma anche per la mia super amica Vale che ha problemi di gastrite (visto che ti ho pensata????) e non sa mai cosa mangiare e come cucinare quelle poche cose che può mangiare 🙂

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 1/2 zucca di piccole dimensioni (quelle con la buccia verde)
  • 4 rametti di rosmarino
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale quanto basta

PROCEDIMENTO:

E’ facilissimo: pulite e affettate la zucca in fettine sottili, se necessario utilizzate una mandolina. Io ho usato un buon coltello con la lama in ceramica.

Foderate due placche con carta forno e disponetevi le fettine di zucca una vicino all’altra, ma facendo attenzione a non sovrapporle. Sminuzzare il rosmarino sopra la zucca e mettere in forno per 30 minuti circa a 180°C, finchè le chips risulteranno ben croccanti.

Ovviamente potete anche friggerle…ma così saranno certamente più sane, e non vi puzzerà la casa!!

Servite il coni di carta grezza oppure semplicemente su un piatto o in una ciotola come se fossero patatine. Un bel calice di Franciacorta Satèn e via! Che il weekend abbia inizio!!

 

Polpette di broccoli e patate con zafferano e pinoli

Polpette2

La domenica è sempre il giorno in cui riesco a sperimentare qualcosa di nuovo, diverso e interessante, a patto che non debba lavorare ovviamente…stamattina mi sono svegliata, colazione leggera, due lavoretti in casa e in men che non si dica arriva il momento di pensare a cosa mettere in tavola per pranzo. La mamma di Alessandro ieri mi ha dato un vassoio di tortelli di zucca e amaretti, fatti rigorosamente in casa come del resto vuole la sua origine emiliana :-)..potevo mica rifiutare?? E siccome sono sempre abbastanza sostanziosi, conditi con un bel sugo con la salsiccia, ho pensato di fare un secondo a base di verdure, ma allo stesso tempo sfizioso e stuzzicante. Nel frigo avevo: carote, coste, radicchio, sedano e broccoli. Adoro la pasta coi broccoli ma avendo già i tortelli….dovevo inventarmi qualcos’altro! Già una volta avevo provato a fare delle polpette di melanzane, perchè non provare a farle coi broccoli??

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 1 broccolo
  • 2 patate medie
  • 2 uova
  • 5 cucchiai di farina
  • 5/6 cucchiai di pan grattato
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 cucchiai di pinoli
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Mondate e lavate il broccolo, dividendolo in cimette; pelate, lavate e tagliate a spicchi le patate. Cuocere le verdure al vapore, finchè saranno morbide. Nel frattempo riscaldate il forno a 180°C.

Mettete le verdure cotte nel robot da cucina e tritatele finemente fino a creare una puré. Aggiungete un uovo, 2 cucchiai di farina, lo zafferano sciolto in un pochino di acqua calda, i pinoli, il parmigiano, aggiustate di sale e amalgamate nuovamente. Aggiungete infine 2 cucchiai di pan grattato per rendere il composto un po’ più solido. Se necessario aggiungetene ancora, regolandovi in base alla consistenza.

Sbattete l’uovo rimasto in un piatto. Prelevate poco a poco il composto di broccoli, formate delle palline con le mani umide (così non vi si attaccherà l’impasto alle mani), passatele poi nella restante farina, nell’uovo sbattuto e infine nel pan grattato rimasto.

Posizionate le polpette sulla placca del forno foderata con la carta apposita e cuocete per una mezz’ora circa a 180° C. A metà cottura rigirate le polpette così che si cuociano uniformemente.

Servite ben calde. Volendo potete anche friggerle, ma io ho preferito la cottura al forno per renderle più leggere. Vanno bene sia come contorno, che come secondo leggero o come stuzzicante aperitivo, accompagnato da una bollicina.

Cestini di parmigiano con insalata di cereali misti, pomodorini e toma profumata al pesto

I cestini di parmigiano sono un’idea carinissima per un antipasto di grande effetto, oltre che molto sfizioso. Potete utilizzarli come “contenitore” per fresche insalate, a base di sole verdure o anche cereali, primi piatti o anche pesce.

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 100 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 100 gr di cereali misti (farro, orzo, riso, grano)
  • 8/10 pomodorini pachino
  • 100 gr di toma stagionata
  • 2 cucchiai di pesto
  • olio EVO

PROCEDIMENTO:

Far scaldare una padellina antiaderente. Ritagliare un quadrato di carta forno che possa essere adagiato all’interno della padella. Disporre il parmigiano grattugiato sulla carta forno, dando una forma circolare, e mettere sul fuoco.

Non appena il formaggio inizierà a sciogliersi, lasciar dorare i bordi esterni e poi togliere il tutto dalla padella, adagiando il foglio di cara forno su di una ciotolina o bicchiere rovesciato, per far si che prenda la forma concava.

Lasciar raffreddare e nel frattempo preparare l’insalata di cereali: portare l’acqua a bollore e cuocere riso, farro, orzo e grano. Una volta cotti, passare sotto l’acqua corrente fredda e sgranare il tutto con un cucchiaio di legno.

Condire l’insalata con i pomodorini tagliati in quattro, la toma a cubetti e il pesto. Adagiare l’insalata nei cestini e servire.

20130530_194139

Cocktail di gamberi con salsa rosa al peperone rosso

DSC_0474

Cena di San Valentino: io sono stata a Roma per 2 giorni e rientravo a Malpensa proprio la sera di San Valentino. Ed ecco che appena metto piede in casa trovo una cenetta coi fiocchi!! Altro che ristorante: cocktail di gamberi con salsa rosa al peperone rosso, tartare di salmone affumicato e ananas con salsa al coriandolo, pennette alla vodka e salmone!! Tutto opera di Alessandro ovviamente 😉

Cominciamo con l’antipasto.

(ricetta base per la salsa di Benedetta Parodi)

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 320 gr di gamberi precotti
  • 1/2 limone
  • 1/4 di peperone rosso
  • 5 cucchiai di ketchup
  • 3 dl di maionese
  • 1 rametto di aneto
  • sale
  • succo d’arancia

PROCEDIMENTO:

Mettete il peperone ad abbrustolire sul fornello a fiamma bassa, con la parte esterna verso il fuoco. Quando tutta la pelle sarà carbonizzata, pelate il peperone con l’aiuto di un coltello. Poi tritatelo o frullatelo e mettetelo in una ciotola con il ketchup e la maionese.

Spremete il limone e unite il succo alla maionese con il ketchup.

Mescolate con la frusta gli ingredienti in modo da ottenere una salsa rosa dal colore omogeneo, che se volete potete arricchire con 2 cucchiai di succo d’arancia.

Distribuite la salsa in 4 bicchieri o anche 4 coppe martini, che avrete fatto raffreddare in frigorifero per almeno 30 minuti. Mettete sopra i gamberi, freddi di frigorifero, decorate con un ciuffetto di aneto e servite.